Che cosa è Cantharis



La Cantharis Vesicatoria è un insetto della famiglia dei coleotteri, detta anche mosca spagnola, la si trova nei mesi di maggio e luglio vicino ai frassini e ai sambuchi, è di colore verde brillante. Contiene un alcaloide, la cantaridina, che ne rappresenta il principio attivo. Per l'uso omeopatico si usa l'intero insetto seccato e triturato e infine diluito.

In passato gli estratti di cantaride venivano usati come impacco o per lozione, famoso è l'uso della cantaride come afrodisiaco e questo ha prodotto spesso gravi intossicazioni talvolta fino alla morte.

Da tali intossicazioni accidentali e lo studio tossicologico hanno evidenziato i seguenti effetti: violenta irritazione della pelle con produzione di bolle con liquido che può facilmente infettarsi, la cantaridina assorbita vien eliminata dai reni dove provoca infiammazione gravi, così anche nella vescica e negli ureteri provocando minzione molto dolorosa e bruciante, è irritante inoltre per il sistema nervoso provocando persino convulsioni e delirio.

La cantharis in omeopatia è di frequente uso nelle infezioni delle vie urinarie quando si presentano con bruciori dell'urina e difficoltà ad urinare; è molto utile per le scottature specie con bolle, in estate è molto utilizzato per l'eritema solare e ancor di più per le punture d'insetto con reazione bollosa molto evidente, con le bolle che tendono ad infettarsi, è inoltre uno dei rimedi della impetigine, infezione della pelle molto frequente nella stagione estiva.


« precedente | elenco articoli | successivo »